Cosa dicono gli esperti sulla gestione delle password

GESTIRE SVARIATI ACCOUNT E PASSWORD: UNA PROBLEMATICA SEMPRE PIÙ ATTUALE

Con l’avvento e l’ascesa della tecnologia nella nostra vita quotidiana, ci troviamo ormai a possedere un numero sempre crescente di account e password che dobbiamo ricordare e gestire. La scelta e la sicurezza delle password utilizzate presenta spesso sfaccettature articolate.

Infatti, se da una parte non è possibile l’utilizzo di una medesima password, se pur complessa, per tutti gli account, poiché un malintenzionato potrebbe ottenere immediatamente l’accesso a tutti i sistemi, dall’altra gli utenti alle prese con innumerevoli password potrebbero avere la tendenza a scegliere chiavi di sicurezza facili da ricordare o deboli, compromettendo in egual misura la sicurezza dei sistemi interessati.

PASSWORD FREQUENTI E POCA PROPENSIONE ALL’AGGIORNAMENTO

Gli ultimi dati a disposizione tendono a confermare l’abitudine a utilizzare password piuttosto scontate, come per esempio quelle con il nome della partner, o addirittura la stessa parola “password”. Appare abbastanza scontata anche la reticenza a rinnovare la chiave di sicurezza, anzi, dopo che l’operazione di memorizzazione è ormai compiuta, gran parte degli utenti non cambiano mai la password di propria spontanea volontà, bensì agiscono solo se è il sistema a obbligarli. Inoltre anche i pochi che optano per il cambiamento, lo fanno con variazioni minime.

LA CONVENIENZA DI ADOTTARE UN “PASSWORD MANAGER”

La protezione delle informazioni personali e aziendali è dunque più che mai un fattore chiave, per i dipendenti delle aziende di qualsiasi dimensione, dalle PMI alle grandi imprese. Se infatti sono all’ordine del giorno tentativi (spesso a buon fine) di hackeraggio indirizzati anche a giganti della tecnologia come Google e Yahoo, contro i quali risulta arduo prendere contromisure adeguate, una precauzione essenziale per la sicurezza resta l’utilizzo di password univoche per singolo account, che però pone il problema della memorizzazione.
Da qui, la crescente importanza che sta acquisendo l’utilizzo dei cosiddetti software di “PASSWORD MANAGER”, che non solo archiviano tutte le password utilizzate, ma fungono anche da generatori di password complesse, univoche e casuali. Insomma, un dispositivo utile e funzionale che, come testimoniano applicazioni come 1password e lastpass, sta godendo di crescente successo.

Unica accortezza è ricordare la “MASTER PASSWORD”, cioè quella che vi consente l’accesso al software di PASSWORD MANAGER!

SEMPLICI REGOLE PER ESSERE PIÙ SERENI

All’uso di un buon PASSWORD MANAGER andrebbe aggiunta l’applicazione di alcune semplici regole nella elaborazione delle chiavi di sicurezza (quando siamo noi a formularle) : per esempio evitare assolutamente di inserirvi l’username, il proprio nome e/o cognome, nomi di partner e figli così come altre informazioni personali di facile ottenimento (città di provenienza, indirizzo, numero di telefono), lettere e numeri in sequenza o lettere adiacenti sulla tastiera dei computer.

Un commento su “Cosa dicono gli esperti sulla gestione delle password”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.