Categorie
Innovazione in ufficio Lean Office

Come utilizzare lo smart working?

Che cos’è lo smart working? Come viene svolto il rapporto di lavoro eseguito con la modalità smart working? Come lavorare in modalità smart working?

Che cos’è lo smart working?

Lo smart working (o lavoro agile) è una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato senza vincoli di orario e luogo di lavoro.

La prestazione lavorativa viene eseguita in parte all’interno dell’azienda ed in parte all’esterno senza postazione fissa, comunque nei limiti della durata dell’orario di lavoro giornaliero e settimanale.

Per poter svolgere la prestazione lavorativa, devono essere assegnati al lavoratore degli strumenti tecnologici adeguati all’obiettivo.

Il trattamento economico erogato al lavoratore che svolge la prestazione in modalità lavoro agile, non deve essere inferiore a quello erogato al lavoratore che svolge la medesima mansione unicamente all’interno dell’azienda.

Come lavorare in modalità smart working?

Recentemente, il divieto di spostamento delle persone a causa del coronavirus, ha portato alla ribalta lo smart working come modalità alternativa di svolgimento del rapporto di lavoro senza recarsi in ufficio.

Quindi, come lavorare in modalità smart working?

Software gestionali

Innanzitutto, molti software gestionali sono predisposti per l’accesso da remoto, compatibilmente con la configurazione della rete internet aziendale.

Se la rete internet aziendale non permette connessioni dall’esterno sarà prima necessario consentire questo tipo di connessione.

Posta elettronica

La posta elettronica è consultabile anche da browser (ad esempio Aruba da questo link).

In alternativa è possibile configurare un client di posta sul PC personale. Bisogna andare sul sito del provider fornitore del proprio servizio di posta elettronica, per recuperare i parametri da utilizzare per la configurazione delle email attraverso qualunque client di posta.
Ad esempio a questo link ci sono i parametri per utilizzare una email Aruba con un programma di posta.

Documenti condivisi

È possibile creare una rete VPN in modo da poter lavorare da remoto sui documenti condivisi sul server o sul NAS dell’azienda, laddove l’infrastruttura di rete lo permetta.

Il modo più semplice e veloce per condividere file tra più persone resta quello di utilizzare google drive, poiché con questa modalità non ci sono modifiche da fare sulla rete internet aziendale.

Con google drive i documenti sul proprio PC sono automaticamente sincronizzati con quelli di qualsiasi dispositivo collegato.

Scambio di informazioni

Per favorire lo scambio di informazioni è possibile configurare un software di videoconferenza.

Le possibilità sono tante, la più rapida è quella di utilizzare whatsapp poiché presente oramai su ogni cellulare oppure skype pure questo molto utilizzato.

Desktop remoto

È possibile configurare collegamenti in desktop remoto o TeamViewer per permettere al personale di lavorare da remoto con la postazione presente in azienda.

Se si utilizza una connessione in desktop remoto, tutte le possibilità fin qui proposte sono superflue, poiché si ha a disposizione il PC aziendale, con il software gestionale, la posta elettronica, l’acceso al server aziendale, tutto già configurato e funzionante, utilizzabile su qualunque altro PC.

Con Chrome Remote Desktop, collegarsi e controllare in remoto il proprio PC in ufficio è semplice e gratuito, si tratta di un software di desktop remoto sviluppato da Google. Il programma va installato sia sul computer di casa sia su quello in ufficio.

2 risposte su “Come utilizzare lo smart working?”

Commenta